giornate fai di primavera 2016Le giornate Fai di Primavera, che l’istituto Statale di Istruzione Superiore ‘Majorana Fascitelli’ di Isernia ha contribuito ad organizzare insieme al Gruppo FAI della zona, si sono rivelate un grande successo. Oltre mille, infatti, sono stati i visitatori che hanno potuto ammirare le bellezze artistiche, archeologiche e storiche della città. “Le giornate di Primavera del Fai (Fondo Ambiente Italiano), manifestazione che ha interessato nel week-end scorso la città di Isernia, hanno riscontrato anche quest’anno -si legge in una nota dell’istituto Statale di Istruzione Superiore ‘Majorana Fascitelli’ – un grandissimo successo. E’ stata, com’è nello spirito dell’evento, una grande festa di piazza dedicata alle bellezze artistiche, archeologiche e storiche della città. Il Liceo Classico ‘O.Fascitelli’ e la delegazione del FAI ringraziano i quasi mille visitatori che hanno affollato durante i tre giorni le vie del centro storico di Isernia per visitare, in un percorso articolato tra i monumenti più significativi della città, in particolare il palazzo Laurelli e il palazzo Petrecca. Un grande ringraziamento va rivolto soprattutto agli alunni del Liceo Classico che, coadiuvati nelle mattine di venerdì e sabato dai compagni delle scuole medie Andrea d’Isernia e Giovanni XXIII, hanno guidato in maniera attenta e professionale le numerosissime persone accorse. Si ringraziano altresì, per la disponibilità e la cordialità non solo la famiglia Veneziale e la famiglia Biasella-Di Gneo, proprietari delle cisterne romane sotterranee, punto nevralgico di uno dei due precorsi archeologici di riscoperta del territorio, che sono stati proposti al pubblico; ma soprattutto le famiglie Laurelli e Petrecca che con grandissima cordialità hanno aperto le porte dei loro splendidi palazzi, ricchi di storia, accogliendo e salutando un flusso enorme di persone, che spinti dalla curiosità e dall’amore per l’arte, hanno animato le vie del centro storico del capoluogo. L’ennesimo grande successo di queste Giornate ha spinto il Liceo e il Gruppo Fai a convenire di dare seguito a questa manifestazione, anche con altri incontri ed eventi di carattere storico, archeologico e culturale, mantenendo sempre centrale la partecipazione attiva degli studenti, in quanto sono tante le opportunità che un territorio come il nostro può offrire a tutti gli amanti della cultura”.

Pubblicità